Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità.

Cliccando si "Accetto" ne autorizzi l'uso.

 Queste sono le indicazioni fornite ai genitori delle squadre che alleno attualmente a Budrio durante un incontro.

PARENTS’ MEETING
 
 Anzitutto un saluto, dato che è la prima volta che ci si vede ufficialmente con i rappresentanti diretti delle Famiglie. Ed un duplice ringraziamento, uno per la presenza tanto numerosa e l’altro per il fatto che mandate con fiducia nel nostro club i vostri figli che sono la cosa più preziosa che avete : ce ne rendiamo conto.
 Da settembre a oggi non ci sono stati incontri tra di noi, quindi c’è stata anche la possibilità che potessero crearsi degli equivoci e/o delle incomprensioni.
 Perciò, questa è un’ottima occasione bilaterale di comunicazione e confronto, anche se da alcuni fatti del recente passato ho imparato certe vostre abitudini ( o vizi ), e magari voi alcune delle mie regole ( o manie ).
E vedremo quali sono:
 
TRASFERTE
I raduni davanti alla Scuola Media, presso il Piazzale della Gioventù.
Le partenze con le proprie auto in ordine sparso, diluite, alla spicciolata. Mi chiedo…perché non tutti insieme?! Servono dai 12 ai 15 posti auto : perché usare più di quattro auto?
Anche il ritorno avviene in ordine sparso : perché non insieme?
 Esiste pure problema del <<chi>> e del <<quanti>> viaggiano: 10-11-12- tutti?
 C’è anche il problema “le macchine degli altri genitori”: non ci si fida! In un gioco di squadra, in una situazione di gruppo, questo è male!
 DIRITTI E DOVERI
1.      Il genitore non deve essere ignorato.
2.      Il genitore deve essere parte di un progetto EDUCATIVO e FORMATIVO che riguarda il figlio.
3.      Voi genitori non siate assillanti e/o invadenti.
4.      Voi genitori non siate iperprotettivi ( le stringhe, i capelli, il “gatorade”, la strada da e per casa, le chiavi di casa, il panino, chi ti recupera dopo, la lezione, i compiti, la festa di compleanno… )
VIETATO
1.      Non entrare negli spogliatoi né nei corridoi, né sul parquet.
2.      Non interrompere l’allenamento per nessun motivo.
3.      Sul parquet può stare solo lo Staff: Allenatori e Dirigenti.
4.      Non bisogna interrompere gli allenamenti né per dire chi ti viene a prendere, nè per chiedere a che ora finisce l’allenamento.

 
COME FUNZIONANO LE COSE
PRESENZE
ASSENZE comunicate, non comunicate, giustificate, preannunciate, per infortunio, per malattie ingiustificate, periodi di assenza. Solamente il 38 di febbre giustifica l’assenza.
RITARDI
CONVOCAZIONI 10-11-12 sono di esclusiva pertinenza del coach
MINUTAGGIO IN CAMPO è di esclusiva pertinenza del coach
E I NON CONVOCATI ?? vengono o stanno a casa? E’ un po’ strana l’usanza nel nostro club!
E GLI INFORTUNATI COSA FANNO ? PRE- SEN- ZIA- NO !!
 
Bisogna avere rispetto del Campionato, del calendario e delle date della preparazione ( Lun-Mar-Gio )
HOLIDAYS
·         Gruppo vacanze Piemonte
·         Gite scolastiche
·         Carnevali a Venezia
·         Settimana del volo a vela
·         Pasqua sul Mar Rosso
·         Vacanze estive
·         Festivalbar
 
GIUSTIFICAZIONE DELLE ASSENZE
Bisogna sempre comunicare la propria assenza o ritardo, il primo possibile.
 Bruno Boero ………………….. ; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ;
 Paolo Benvegna ………………….. ; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .
 
I RAGAZZI SONO TUTTI UGUALI ?
Non tutti i ragazzi sono uguali, anzi, nessuno è uguale a nessun’altro. Alcuni sono… più avanti, altri più indietro, più cresciuti, meno cresciuti, più coordinati, meno coordinati, più o meno fluidi nei movimenti.
 Proprio per questo motivo, sono state consegnate delle pagelle tecniche ai vostri figli: a proposito di ciò, voglio dire che non sono né una promozione né una bocciatura, sono solamente il punto della situazione qui e ora.

ASSUMERSI DELLE RESPONSABILITA’
 Riguardo ai vostri ragazzi, voglio dire che hanno l’età giusta per cominciare a prendersi delle responsabilità ( allacciarsi le scarpe, lavarsi, asciugarsi i capelli, giustificarsi, stabilire delle priorità, curarsi, vestirsi, aver cura della loro DIVISA, tenere alla fotografia della squadra, visitare alcuni siti della pallacanestro, trovarsi al campetto, andare a correre insieme, etc…).
 Inoltre, i vostri figli, hanno la possibilità di confrontarsi a quattrocchi con una figura ADULTA che non siete voi, ma nella fattispecie l’allenatore, il vice allenatore, il dirigente.
 Nessuno di loro ha bisogno del consenso ( gesti o semplice sguardo ) del genitore durante il gioco.
 
ELECTION DAY
I ragazzi hanno proceduto all’elezione del loro capitano.
 Per i ’95 è stato eletto Luca Nascetti, come vice-capitano Francesco Zuppiroli.
 Per i ’96 è stato eletto Elia Quarantotto, come vice-capitano Alberto Lanzi.
 Al giorno dell’elezione erano presenti 17 ragazzi su 18.
 
LAMENTELE
Come sempre si sentono delle lamentele ( le lamentele sono come il vento: un giorno c’è e l’altro pure! )<<…gioca poco, gioca troppo, 8 minuti sono pochi, entra solo due minuti, si sente escluso…>>
 Sapete cosa sono nella pallacanestro due minuti o 3 secondi?
     Messaggi diretti !
 Se dovete fare arrivare dei messaggi e/o dire qualcosa che è più che lecito, FATELO DI-RE-TTA-MEN-TE !! Non alle spalle: non sono un tipo di fresca nomina, ho iniziato nel 1960, sono passati 49 anni da quando ho cominciato a comunicare e confrontarmi con atleti e famiglie.
 Lo pretendo, perché dò il massimo per ciascuno di loro e perciò indirettamente per ciascuno di voi Genitori.
Se c’è qualcuno che si deve lamentare è il Presidente o i colleghi allenatori perché rubo trenta minuti di allenamento o il custode che deve accendere le luci prima, ma NON VOI ASSOLUTAMENTE.
 
SPECIAL GUEST
Un ringraziamento speciale voglio indirizzarlo ai nostri Dirigenti Accompagnatori, i Sig. Bonaga e Poli, che già fanno e più ancora faranno in seguito e cui ho chiesto di essere sempre presenti al tavolo dei segnapunti durante le gare ufficiali.
 
GRUPPI APERTI
Ho sperato nel recupero di qualche ’95 e/o ’96; in totale siamo 18, di cui 8 ’95 e 10 ’96.
 Sinceramente credevo che saremmo riusciti – TUTTI INSIEME – a reclutare o anche recuperare “vecchi” elementi o amici dei vostri figli per rendere più numerosa la nostra squadra.
 
COMPITI A CASA PER I SIGNORI GENITORI
Vi assegno dei compiti a casa:
1.      Organizzare una festa.
2.      Partita Genitori Vs Figli.
3.      PIC NIC per trasferta primaverile.
4.      Braciolata a casa 48 !
5.      Vi distribuisco due fogli : uno è la lettera per mamma e papà, il cui testo vi consiglio di tenere a portata di mano, leggendolo più volte per cercare di riceverne ispirazione, conferme, convinzioni, istruzioni per l’uso, l’altro è un prospetto dei voti scolastici del 2° quadrimestre.
 
I nostri genitori sono portatori sani di CULTURA CESTISTICA, avete delle armi in più ( la conoscenza, la guida ), fatevi portavoce. Anche con i vostri amici o colleghi Genitori anche degli altri gruppi.
 

Genitore più educato, figlio più forte

 

Genitore più istruito, giocatore rifinito

 
PROBLEMI E DOMANDE : ………………………………………