Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità.

Cliccando si "Accetto" ne autorizzi l'uso.

La società brianzola ha ufficializzato l’acquisto dell’ala statunitense.

Il ds Arrigoni: «Giocatore duttile, garantirà atletismo e intensità».

NOVITÀ direttamente dal college per la scelta americana di Bruno Arrigoni per la costruzione della Bennet Cantù della prossima stagione.

La società canturina ha difatti ufficializzato l’arrivo di David Lighty, ala di 195 cm appena uscito da un quadriennio giocato con la maglia di Ohio State University, disputando anche una finale NCAA nel 2007 seppur persa contro Florida. 

"David – commenta lo stesso Arrigoni - è un giocatore duttile e versatile, molto migliorato negli anni trascorsi a Ohio State. Ottimo difensore, allungherà le rotazioni degli esterni garantendo atletismo e intensità".

Così dopo l’arrivo triennale di Cinciarini, l’americano ha firmato per le prossime due stagioni con l’intenzione di allargare la batteria di esterni a disposizione di coach Trinchieri che per la prima volta dovrà dosare le forze sul doppio impegno campionato-Eurolega, esperienza fatta nell’ultima stagione, ma in Eurocup e con risultati non positivi in campo europeo.

COSA che dovrà fare decisamente meglio anche l’Olimpia Milano che è andata male sia in Eurolega che in campionato, ma proprio per questo sta costruendo una formazione solida.

Dopo i controlli antidoping che hanno dato esito negativo dovrebbe definitivamente sbloccarsi la trattativa con il greco Bouroussis, mentre in regia è praticamente fatta per Giachetti.

Ora resta da definire in quale ruolo arriverà il secondo americano (oltre a Hairston, che comunque deve ancora rescindere con Siena): guardia tiratrice o pivot che possa proprio dividerà il minutaggio con il centro ex Olympiacos.

Rimanendo in Europa si fa strada la possibilità che il Besiktas Istanbul ritorni agli onori delle cronache dopo la fugace apparizione di Allen Iverson della scorsa stagione.

Ora, all’attenzione del team turco, che disputerà i preliminari di EuroCup, c’è addirittura Deron Williams, stella dei New Jersey Nets, ora bloccato dal lock-out NBA.

Potrebbe essere la prima “grande firma” proveniente dal mondo americano anche se il contratto sarà presumibilmente a tempo, ossia fino a quando non ripartirà l’NBA, ma se la stagione americana dovesse essere cancellata allora i bianconeri avrebbero fatto il colpo da novanta.

Intanto è stato ufficializzato anche il cambio di proprietà per la Dinamo Sassari che passa dalle mani di Luciano Mele a Stefano Sardara ed ha annunciato oltre alla conferma in panchina di Meo Sacchetti l’arrivo da direttore sportivo di Federico Pasquini.

NOVITÀ invece per la neopromossa Fastweb Casale Monferrato che, in attesa dei lavori di adeguamento del suo PalaFerraris, ha annunciato che fino al termine dell’ampliamento giocherà allo Sporting Village di Novara.

Inoltre è stato definito anche l’inizio del campionato 2011-2012 che vedrà le formazioni di serie A (saranno 17 con il rientro anche di Venezia?) esordire nel weekend dell’8-9 ottobre, una decina di giorni dopo inizierà anche il gran ballo dell’Eurolega.