Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità.

Cliccando si "Accetto" ne autorizzi l'uso.

NOVIPIU' CASALE-MONTEPASCHI SIENA 76-82
(16-24; 35-49; 54-65)

NOVIPIU'  CASALE: Malaventura 12 (2/4, 2/4), Gentile 5 (1/2, 1/2), Hukic 5 (1/3, 1/4), Pierich 17 (2/2, 4/5), Martinoni ne, Chiotti 5 (2/3), Stevic 9 (3/6 da 2), Shakur 8 (4/11, 0/2), Janning 13 (2/5, 3/4), Minard 2 (1/4).  All.: Valentini
MONTEPASCHI SIENA: Mc Calebb 11 (4/9, 1/2), Zisis 2 (1/2), Andersen 11 (3/8, 1/4), Rakocevic, Carraretto 14 (4/5, 2/3), Lavrinovic 16 (3/5, 2/2), Ress, Maggiorelli ne, Lechtaler ne, Stonerook 7  (2/2, 1/3), Aradori 14 (3/4, 2/4), Moss 7 (2/3, 0/2). All.: Pianigiani. 

La domenica dell'orgoglio rossoblu, come sottolineato dal Presidente della Junior Casale Giancarlo Cerutti in settimana, finisce con una commovente rimonta della Junior che per pochissimo non si completa: alla fine la spunta la Mens Sana per 76-82 ma Casale esce dal campo a testa altissima anche oggi.
Pronti, via e Pianigiani perde Rakocevic per infortunio. L'atteggiamento volitivo di Andersen crea un mini-solco per la Mens Sana. Alla consueta generosità toscana si oppone una Junior sempre più 'sul pezzo' con il passare dei minuti, capace di riprendersi dal 7-15 iniziale e trovare ottime soluzioni offensive. A turno segnano tutti in casa rossoblu: una risposta adeguata alle spaziature perfette del collettivo di coach Pianigiani. 16-24 al 10'.
Si  riprende e Pierich, da poco entrato in campo, va anche a lui a segno con una tripla: sul 19-24 per Casale sono otto i marcatori, nessun con più di un canestro a referto; 'democrazia' rotta da Malaventura che tiene JC a due possessi, e divario mantenuto costante con le incursioni di Shakur e le triple del capitano: la terza vale il 33-38. I campioni d'Italia, feriti anche dalla sconfitta di Cantù, non stanno a guardare e  impediscono in modo spietato ai padroni di casa di ricucire completamente lo strappo. Moss protagonista del parzialino che permette ai campioni d'Italia di andare al riposo sul 35-49.
Quando i cinque biancoverdi in campo riescono a trovare una frequenza comune su cui suonare, la Mens Sana ridiventa l'orchestra sinfonica tanto conosciuta da tutti i parquet italiani ed europei e per la prima volta anche a Casale: compito difficilissimo per la Novipiù riuscire a pareggiarne l'intensità sui ventotto metri, ma quando Gentile accende il turbo, dagli spalti arriva la spinta a provare l'impresa. E la Junior non si tira indietro, gettando tutto quello che ha sul parquet. E' Pierich, cuore di capitano che vuole vivere (e far vivere) una serata indimenticabile, a siglare ancora una tripla, la quarta, per il -8 all'inizio dell'ultimo periodo. Siena si riprende altri cinque punti ma con enorme desiderio la Junior ritorna a tre possessi (63-71 al 34'). Si  difende forte sui big di Siena, Carraretto è il jolly della capolista nel momento caldo.
Quando sembra finita, Casale trova nuove energie. 69-75 dopo la tripla in transizione di Malaventura imbeccato da Minard. Tutti in piedi, ora, per sostenere la Junior: quinto fallo di Stonerook e  pallino a Shakur, che manda splendidamente in buca Pierich (71-75). La Junior si guadagna con la difesa due chance per andare a un solo tiro di  distanza, ma entra in riserva sul più bello, mentre Siena con esperienza si prende i due punti con i suoi campionissimi (Andersen su tutti nel finale).

Cinque partite da giocare: la prossima è il derby del Piemonte, sabato alle 16,10 a Biella. Casale ha dimostrato ancora una volta stasera di voler dare il 100% da qui alla fine del campionato: quella di sabato sarà un'altra fierissima battaglia. Prevendita dei biglietti per il settore ospiti da domani pomeriggio presso il negozio Sisley di via Roma.

--
Alessandro Spinoglio
Ufficio Stampa
A.S. Junior Casale