Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità.

Cliccando si "Accetto" ne autorizzi l'uso.

 

alt
 

Coach Dan Peterson viene a fare scuola. Ier sera dalle ore 18.00 alle 19.30 presso il Palasport Ancilotto di Mestre, dove svolgono l’attività le squadre del settore giovanile orogranata, il consulente dell’Umana Reyer ha tenuto infatti una lezione tecnica esclusiva, per gli staff e i tecnici delle società aderenti al “Progetto Reyer”.

 

In particolare l’argomento trattato è stato la “Gestione di un gruppo-squadra”, ovvero gestione di una gara, gestione dei rapporti interni alla squadra, gestione dei rapporti con la società, gestione dei rapporti con il pubblico, gestione dei rapporti con i mass media, gestione dei rapporti con gli arbitri, gestione dei rapporti con le famiglie. Peterson è arrivato a Mestre ieri mattina, direttamente da Siena dove ieri ha fatto la telecronaca della partita di Eurolega tra Montepaschi e Real Madrid, incontrando i tecnici delle due prime squadre reyerine. Nel pomeriggio il trasferimento presso la palestra di via Olimpia. “Parlerò a ruota libera raccontando la mia esperienza – anticipa Peterson - ricordando quando da giovane mi dedicavo anche al settore giovanile. Non c’è livello che io non abbia allenato, sia in ambito nazionale che internazionale, compreso il minibasket. D’altronde, soprattutto i coach della mia generazione, tutti hanno iniziato lavorando con i giovani. Io sono un gran sostenitore dell’importanza che ha per i tecnici, formarsi con il vivaio. Vedere come gli allenatori si comportano con i ragazzi è molto importante per capire quanta strada possono fare loro e quanta ne possono far fare alle giovani speranze”.