Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità.

Cliccando si "Accetto" ne autorizzi l'uso.

www.virtus.it
Siamo arrivati ieri con la decima giornata ad un terzo esatto di campionato, e, com’è giusto che sia, si va delineando la classifica, e si stabiliscono le prime gerarchie.


 

www.pallacanestrocantu.com
Davanti a tutte restano in 3, distanziate da una vittoria tra loro. In testa c’è sempre Siena che, con una prestazione a dir poco devastante, asfalta Pesaro 104-61 e sale a quota 18, restaurando a suon di vittorie “rumorose” il dominio già visto in passato. Appena dietro però ha ripreso a marciare Milano, che è molto vicina all’eliminazione in Eurolega, ma sta recuperando alcune pedine, ed in campionato sembra intenzionata a non mollare, come dimostrato con l’autorevole vittoria a Bologna 81-94. Terza da sola a quota 14 c’è una straordinaria Cantù, grande sorpresa della serie A: netta la vittoria dei Brianzoli (85-62), su una Brindisi in crisi (7 sconfitte nelle ultime 8 gare), e raggiunta ora a quota 4 sul fondo da una sorprendente Teramo che, dopo lo schiaffo preso in casa da Roma 7 giorni fa, è andata a fare l’impresa a Varese, dove ha perso pure Siena, vincendo 91-98 e lanciando un segnale che per la lotta alla salvezza c’è anche lei. Varese quindi, clamorosamente sconfitta, resta a 12 con Pesaro, sempre al 4° posto, ma ora staccate da Cantù. A quota 10 troviamo un quartetto di squadre: c’è Bologna, ma anche Biella, sconfitta anch’essa in casa dopo una gara bellissima con Roma, conclusa 100-102 per i Capitolini, Cremona, sconfitta ad Avellino 83-69, e Treviso. I bianco verdi approfittano dei passi falsi delle altre e vincendo a Sassari 87-92 raggiungono questo gruppetto di compagini. A quota 8 invece c’è addirittura un quintetto di squadre, composto da Sassari, Roma, Avellino, Caserta e Montegranaro. Come Avellino e Roma (in grande crescita), che si allontanano un po’ dalle zone pericolose, fa anche Caserta che va a vincere proprio a Montegranaro 87-89 e si aggiunge a questo gruppo di squadre che ha la zona Final Eight a portata di mano, ma non è lontano così tanto neanche dalla zona “buia” della classifica, quella occupata da Brindisi e Teramo, ferme a 4 ed obbligate a rimontare prima che quelle davanti si stacchino troppo.



www.sutorbasket.it
Il prossimo turno, quello che segue la scorpacciata di Natale, propone un altro menù da leccarsi i baffi: Teramo e Brindisi si affrontano in Abruzzo con in palio punti che valgono ossigeno. Siena va a testare la sua forza a Treviso, ma soprattutto occhi puntati su due derby di fuoco: Pesaro-Montegranaro il giorno di Natale, e Milano-Varese a fare da ciliegina nel posticipo. Buon Natale a tutti!