Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità.

Cliccando si "Accetto" ne autorizzi l'uso.

Il lavoro individuale 1

Il basket, come la vita, è un gioco che non si può fare da soli. Ciò non toglie che proprio oggi, nel periodo più buio del distanziamento sociale, ci si debba preparare per uscirne con una pronta ripresa, con il preciso obiettivo di migliorare le squadre dei settori giovanili gra-zie alla accresciuta padronanza dei fondamentali individuali, alla velocità di esecuzione, e ad un più ampia scelta nel repertorio di movimenti individuali.

Questa estenuante serie di esercizi – nelle intenzioni – segue un processo di formazione di qualità sui fondamentali individuali per giocatori dalla categoria Esordienti sino al termine dell’attività giovanile.

S’intendono migliorare e sfruttare le abilità e il potenziale di ciascuno dei singoli giocatori, (al di là dei modernissimi video, libri, interviste, filmati o videoconferenze, tanto abusati nella primavera del distanziamento sociale): e proprio per recuperare il lunghissimo perio-do di lontananza dai campi di gioco che intercorre tra la fine di febbraio e inizio giugno 2020.

La volontà, l’impegno del coach e talvolta anche il talento dell’ allievo non sono sufficienti: ma un’attenta lettura e la opportuna selezione degli esercizi nei capitoli che seguono of-frono una possibilità di programmare, selezionare ed organizzare con metodo una seduta di allenamento che si svolge forzatamente a quattr’occhi tra coach e giocatore, in base alla età, esperienza, caratteristiche atletiche, tecniche e mentali dell’allievo stesso.

I giocatori in questo periodo di restrizioni obbligatorie si presenteranno a gruppi di due (o più) giocatori, ben sapendo che non potranno competere come team, e neppure in duelli di uno-contro-uno, tanto meno svolgere compiti di collaborazione con altri compagni. La-voreranno sotto la guida e le correzioni del proprio coach in spazi ridotti o all’aperto o in una metà campo, o in un quarto di esso, di norma ciascuno con il proprio pallone.

Compito dell’allenatore di volta in volta sarà quello di strutturare un piano di lavoro e di formazione, con proposte individuali, progressive e creative.

La tecnica di base – in questa sede – viene esemplificata e svolta solamente mediante esercizi sui fondamentali individuali: passaggio, tiro, controllo della palla, difesa, finte, rimbalzo, palleggio, smarcamento, tiri speciali, esercizi per migliorare i riflessi, scelti di vol-ta in volta dal coach in modo da formare progressioni di difficoltà che verranno forse pre-sentate prima in maniera globale ed infine in forma analitica.

Una parte degli esercizi elencati fanno parte di lavori già presenti – a vario titolo – sul sito www.brunoboero.it, seppure privati della parte inerente la difesa, della parte agonistica e competitiva, e nel rispetto delle regole inerenti il prescritto distanziamento.

Scarica il file