Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità.

Cliccando si "Accetto" ne autorizzi l'uso.

Ponticiello: “Possiamo vincere con Ravenna e guardare con serenità al futuro.”
 
 
REGGIO CALABRIA. 3 sconfitte consecutive per la Viola Reggio Calabria, sebbene siano arrivate contro squadre forti,  non sono comunque una buona notizia. Abbiamo parlato di questo, della convocazione di Lupusor e della partita contro Ravenna con coach Francesco Ponticiello.
 
 
È arrivato un calo nei risultati con 3 sconfitte consecutive, lei come se l’è spiegato?
“Erano tre partite ad altissimo coefficiente di difficoltà, 3 organici che, malgrado l'evidenza che la sola capolista Ferrara abbia mostrato finora continuità, sono da considerare di primissima fascia. Eppure, potevamo vincere tutte e tre, giocando male con Treviglio in casa. Ma nelle due trasferte abbiamo peccato solo dal punto di vista della freddezza, non certo nel gioco espresso. L'importante è ora non deprimerci, fare di più e meglio.”
 
 
La convocazione di Lupusor con la Nazionale U18 è per voi motivo di vanto.
“Senza dubbio, un vanto per la società, per la squadra, per il nostro staff tecnico, per il settore giovanile della Viola, per Pasquale Iracà, che con Ion lavora oramai da 4 anni, ed ovviamente per il ragazzo. Quest'ultimo deve però guardare al riconoscimento che gli arriva dal settore squadre nazionale, non come un punto di arrivo, ma di partenza. Avrà la fortuna di lavorare con i migliori prospetti della sua annata, con tecnici come Capobianco, Bocchino ed il resto dello staff. Importante fare tesoro di questa esperienza, sommare al lavoro che quotidianamente svolge al Centro Modena, quello che gli verrà proposto in nazionale.”
 
 
Domenica impegno complicato con Ravenna, come state preparando la partita?
“Potrà apparire una banalità, ma il concetto per cui "la vittoria è la migliore medicina" è un'assoluta verità. L'imperativo non può che essere quello di tornare al successo, di raccogliere i due punti, e con questi recuperare fiducia ed ottimismo. Ho sempre pensato che il risultato sia funzione del rendimento, ed allora, considerando che nell'ultimo mese abbiamo vinto con una squadre forti come Roseto e Lucca, fatto soffrire compagini di alto livello come Ferrara, Firenze, Matera, possiamo vincere con Ravenna e guardare con serenità al futuro.”