Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità.

Cliccando si "Accetto" ne autorizzi l'uso.

Martellossi, un udinese contro la Snaidero
Continua il tour de force del Basket italiano in questo inizio di 2011. Archiviata la 13a d'andata con lo scontro al vertice (record di ascolti per RaiSport) tra Reyer e Snaidero oggi si torna nuovamente in campo.

 

 

 

 

A Udine arriva il coach udinese Alberto Martelossi (qui per l'intervista rilasciata da Martello a Giovanni Boldarino per Il Gazzettino), autore di un mezzo miracolo in questa prima parte di stagione. Partito con 4 sconfitte consecutive e con un piede fuori dalla porta, coach Martello ha rimesso in carreggiata la squadra (anche grazie ad un paio di innesti d'esperienza) e ora è 9° in acque relativamente calme.

Partita particolare quella di oggi nella quale bisognerà capire se inciderà di più sulla contesa la stanchezza arancione per la partita di domenica sera o la ruggine accumulata da Ferrara nei 15 giorni in cui è stata ferma (gli estensi hanno giocato l'anticipo della 13a giornata il 23 dicembre e quindi nel weekend scorso non sono scesi in campo). Propenderemmo per la prima ipotesi.

Ferrara con l'aggiunta di Ryan Hoover (la cosa più vicina a Mike Penberthy vista recentemente in un campo di basket) e la rinuncia forzata, per infortunio, a Luca Lechthaler è diventata una squadra che punta molto sulle soluzioni dall'arco con Hoover stesso, il 4 atipico Ndoja e Jermaine Boyette (l'anno scorso agli ordini di Gigi Garelli) soprattutto. La verve e le soluzioni dal palleggio la mette il giovane Cournooh finalmente esploso come da qualche anno ci si attendeva, mentre sotto le plance sarà duello finnico tra Kotti e Lee. Interessante anche Valerio Mazzola che ci aveva impressionato al Lignano Basket in estate. In quintetto parte, con Boyette e Hoover anche Stefano Borsato e completa le rotazione il "gettonaro" Houssam Gamal. Daniel Farabello, reduce da un infortunio, sarà nei 12 ma ancora non si sa se verrà impegnato.

Chiave della partita sarà la difesa uno contro uno sugli esterni: su Hoover (dovrebbe partire Harrison e poi potrebbe esserci una staffetta con Prandin e Truccolo) e Boyette (Williams su di lui?) mentre Garelli cercherà sicuramente di appoggiare con continuità il gioco sotto canestro su Lee, Dordei e anche Williams per approfittare della maggiore stazza dei suoi.

Proprio per quanto detto all'inizio circa la stanchezza, ci sarà bisogno del contributo della panchina, quindi oggi punteremmo le fiches su Prandin, Truccolo e Rinaldi: da una loro partita sopra il par potrebbe arrivare una vittoria per gli arancione.